Come reindirizzare le pagine inesistenti (errore 404) verso la home o verso pagina specifica

Premessa: cos’è il codice di errore 404? E’ il classico errore che compare quando l’url che digitiamo/clicchiamo restituisce una pagina inesistente. E’ raro trovare un sito che non ne abbia, come dichiarato dallo stesso supporto di Google. Quali sono le cause? Principalmente, l’errore 404 interno al sito è dovuto a fattori interni, come un cambio di struttura dei permalink, oppure all’aver linkato in modo erroneo una pagina interna, oppure aver utilizzato un plugin che poi abbiamo disabilitato e non abbiamo avuto modo di “ripristinare lo scenario precedente”, oppure abbiamo linkato un’immagine che poi abbiamo cancellato. Nella vita e nell’evoluzione di un sito wordpress tutto cambia, e non sempre ci ricordiamo che cambiare qualcosa oggi si può ripercuotere su un post di mesi o anni fa. Oppure a causa di fattori esterni: un altro sito/blog ha linkato la nostra pagina scrivendola in modo errato o impreciso. Qual è la soluzione ideale? Ovviamente quella di mettere a posto tutti gli errori di permalink, ma può essere un lavoraccio. Ci può aiutare un plugin specifico in questo senso, che ci permetta di trovare e segnalarci gli errori 404 del sito, in modo da andare a controllarli a mano a mano che li riceviamo e correggere il link. Un plugin che ci aiuta in questo è Useful 404, che ci segnala via email ogni volta che l’utente arriva su un link sbagliato, indicandoci qual è l’url errato.

E se non abbiamo tempo (o voglia, o necessità) di andare a sistemare ogni singolo errore 404? Esiste una soluzione pratica e veloce: reindirizzare i link errati alla home page. In sostanza, se l’utente arriva su una pagina non più esistente, viene immediatamente reindirizzato alla home page del sito, da cui potrà ripartire. E’ una possibilità per non perdere il visitatore e offrirgli quanto stava cercando. Da qui l’importanza di avere una barra di ricerca che lo aiuti in questo senso. Per reindirizzare le pagine inesistenti verso la home page possiamo aggiungere poche semplici righe di codice alla pagina 404.php del tema che utilizzate; in alternativa si può installare un plugin apposito.

Soluzione A – Modificando il file 404.php del vostro tema

  1. entrate nel vostro pannello hosting e andate nella sezione Gestione File  oppure File Manager. Andate nella directory wp-content –> themes
  2. localizzate il file 404.php. Selezionatelo e cliccate su Modifica File o Editor (ogni pannello hosting ha la sua voce diversa).
  3. Nel file che si apre, aggiungete il seguente codice:
    <?php 
    header("HTTP/1.1 301 Moved Permanently"); 
    header("Location: ".get_bloginfo('url')); 
    exit(); 
    ?>

Soluzione B – Installando un plugin gratuito che gestisca il redirect

(soluzione che offre più possibilità)

Esistono diversi plugin che possono gestire le pagine di errore del vostro sito wordpress, alcuni di base, alcuni molto completi. La scelta dipende dalle vostre esigenze, in primis se il vostro sito ha poche pagine o molte pagine. Ecco una veloce panoramica:

  • All 404 Redirect to Homepage: è una soluzione veloce e semplice per ridurre il numero di errori 404 dal Google Webmaster Tools. Considerando che il numero di questi errori inficia il tuo ranking su Google, installare questo plugin può essere una facile soluzione per “pulire” il sito dagli errori. Ogni pagina 404 viene reindirizzata in modo permanente (codice 301) alla home page, dando ai motori di ricerca l’istruzione che questo reindirizzamento è permanente, definitivo. Una volta installato, basta impostare verso quale pagina reindirizzare tutti gli errori 404, come si evince dalla figura. Possiamo quindi anche scegliere una pagina diversa dalla home page (suggerisco in questo caso di creare una pagina ad hoc, con un messaggio di benvenuto ed una evidente casella di ricerca per aiutare il navigatore)
  • 404 to 301 redirect404 to 301 redirect. Questo è un plugin più completo del precedente. Oltre a fare il suo lavoro di reindirizzare le pagine con errore 404 verso la pagina specificata, ci permette qualcosa in più, come ad esempio: selezionare il tipo di redirect: non solo 301 (permanente) ma anche 302 (reindirizzamento temporaneo) o 307; monitorare tutti gli errori (log) in modo da farci capire quali siano le pagine errate e le richieste verso pagine errate; avere notifica via email di questi errori; configurare quante notifiche ricevere; specificare pagine di reindirizzamento diverse a seconda del percorso 404. Ad esempio possiamo impostare che tutti gli errori del tipo tuosito/asdfasdfas vengano reindirizzati alla home page, e gli errori del tipo tuosito.it/contatti/asdfasdfasdf vengano reindirizzati alla pagina tuosito.it/conatti/ (ottimo!)
  • 404 redirected404 Redirected: altro utile plugin, come i precedenti, con queste caratteristiche specifiche: lista nel pannello di controllo di tutti gli url 404 trovati ; redirect di tutti questi errori verso pagina specificata; tentativo di reindirizzamento automatico in base alle pagine più visitate e lista di suggerimenti per l’utente; suggerimenti di tags, categorie; elenco dei logs di errore; rimozione dei redirect una volta che non vengono più utilizzati; statistiche.

Se utilizzerai una di queste soluzioni, nell’arco di qualche settimana dovresti vedere un miglioramento sia nel numero di errori mostrato dal Google Webmaster Tool, sia nel rank e nella qualità delle visite del tuo sito.