Slider immagini per wordpress: i plugins più veloci

Se vuoi aggiungere una carrellata di immagini a scorrimento nella tua homepage, oppure nelle pagine o negli articoli, wordpress ti mette a disposizione molti plugins, sia gratuiti, sia nelle versioni più evolute a pagamento. In breve, uno slider ti permette di far visualizzare delle immagini in rotazione, che si susseguono con tempi ed effetti a tua scelta, per rendere la presentazione del tuo sito (o di un articolo) di maggior impatto per l’utente. Tutti questi plugins hanno in comune la capacità essere configurati velocemente e di offrire una grande varietà di opzioni anche nelle versioni gratuite. E, aspetto fondamentale, questi slider sono responsive, ovvero le immagini in rotazione si adattano automaticamente al dispositivo utilizzato dall’utente per navigare nel nostro sito.. Un aspetto importante da tener conto, e non di immediata comprensione per il webmaster che deve scegliere il plugin più adatto, è il possibile rallentamento del sito a seconda del tipo di slider che utilizziamo. Fermo restando che le slides dovrebbero contenere immagini già ottimizzate e al tempo stesso è consigliabile limitare il numero di slides, alcuni dei più famosi plugins utilizzati si sono rivelati anche un po’ più lenti di altri plugins meno conosciuti ma ugualmente validi. Ecco una lista di plugins per slider, con le caratteristiche principali e i risultati dei test di velocità. Note: per il test è stata creata una slide di 3 immagini. Esistono moltissimi slider plugins, ecco i più performanti del nostro test.

MetaSlider

meta slider
Permette di creare slideshows in modo facile e veloce. Semplicemente si selezionano le immagini dalla libreria media, si trascinano nello spazio di costruzione slides, si settano le varie opzioni, i links e i campi seo, tutto da un’unica pagina. Si può scegliere tra 4 diversi tipi di slideshow già inclusi nel pacchetto: Flex Slider 2 (Responsive, 2 effetti di transizione, possibilità carosello), Nivo Slider (responsive, 16 effetti di transizione, 4 temi), Responsive Slides (responsive, maggior velocità), Coin Slider (4 effetti di transizione). Una volta creato lo slider, si copia lo shortcode all’interno della pagina, del post o del template. Tra le altre opzioni: image cropping (ritaglio dell’immagine), compatibile con plugin di traduzione (WPML, PolyLang & qTranslate). Esiste anche una versione premium.
Risultato del test: la versione free è risultata veloce. La performance si riduce quando si utilizza l’opzione image cropping

Cyclone Slider 2

cyclone-sliderSlideshow plugin semplice e con interfaccia intuitiva. Anche questo permette di aggiungere slides, selezionare le proprietà e scegliere tra differenti tipi di slides (immagine, video Youtube o Vimeo, html oppure testimonianze), scelta del template (default, scuro, standard e thumbnails) e pubblicare, scegliendo tra uno shortcode da aggiungere alle pagine oppure una stringa di codice da aggiungere direttamente al template. Anche questo ha possibilità di essere tradotto, e ha un sistema avanzato per customizzarlo a seconda del sito in cui dobbiamo inserirlo. E’ gratuito, e ha il grande vantaggio di caricare solo gli script e gli stili che abbiamo selezionato, riducendo così il caricamento del plugin. Opzioni di base incluse: scelta effetti di transizione (fade, scroll out, ecc.), velocità effetti di transizione, gestione larghezza (responsive), scala immagini (eventuale forzatura resize), pausa al passaggio del mouse, mostra pulsanti precedente/successivo, mostra navigazione, ordina diapositive. Esiste anche una versione Pro. Se hai installato il plugin per immagini NextGen, allora puoi facilmente creare uno slider selezionando una galleria già esistente.
Risultato del test: nella versione di default si è rivelato veloce.

Slider Revolution

slider revolution
Slider Revolution un plugin premium, non è free ma ha ugualmente ottenuto grande popolarità tra i plugins dedicati alla creazione di slides per le tante opzioni che offre e per la sua facilità d’uso e di installazione. Spesso viene incluso nei templates premium. Tra le opzioni generali incluse: possibilità di scelta tra più tipologie di slider (classiche diapositive, carosello, ecc.), ridimensionamento automatico immagini, possibilità di scelta di visualizzazione (fullwidth, schermo intero, auto responsive), editor arricchito e drag and drop immagini, lazy loading (caricamento immagini solo quando l’utente arriva nella zona delle slides, per una maggior velocità della pagina), performance monitor. La sezione relativa alle Layer Capatibilities (funzioni di livello) è molto avanzata: molteplici possibilità di customizzazione, animazioni e transizioni; possibilità di settare inizio/fine/durata degli effetti; possibilità di integrare Youtube, Vimeo, video caricati sul sito; grande varietà di bottoni disponibile; possibilità di inserire link per i singoli livelli; possibilità di variare la visualizzazione dello slides a seconda del dispositivo usato dall’utente. Altre caratteristiche a completare il pacchetto: molteplici possibilità di navigazione per l’utente tra le slides (bottoni, bullet, navigazione per thumbnails, ecc. posizionabili in alto/basso, ecc.), stop al passaggio del mouse, countdown, scomparsa dopo x secondi. Opzioni video: autoplay (sempre, solo la prima volta, ecc.), rewind, funzione loop, ecc. Inoltre Revolution Slider offre la possibilità di importare i contenuti delle slides direttamente dai social media (Facebook, Twitter, YouTube, Vimeo, Flickr, Instagram, WooCommerce), oltre che dai posts WordPress. Guarda la lista completa e le demo
Risultato del test: abbastanza veloce. Questa grandissima varietà di possibilità di opzioni deve matematicamente far lievitare i tempi di caricamento rispetto ad altri plugins che utilizzano meno funzioni. L’aspetto che rassicura il webmaster è che, essendo un plugin premium (con oltre 175mila download!), ha alle spalle un team di sviluppatori che costantemente aggiorna il codice per renderlo più veloce e compatibile.

Considerazioni finali: per avere un plugin di visualizzazione immagini a slides (classiche, a scomparsa, a carosello, ecc.) si può tranquillamente optare per un plugin free (come le versioni free di MetaSlider e Cyclone Slider 2), che offre comunque tante possibilità di scelta di effetti, visualizzazione, adattamento agli smartphone e velocità di caricamento (a patto che le nostre immagini siano ottimizzate, in generale). Se invece ci interessa la funzione di includere direttamente contenuti presi direttamente dai nostri posts o dai nostri profili social allora è bene dare un’occhiata alle possibilità di Revolution Slider. Se avete altri plugins da suggerire ben vengano, proveremo a testarne la velocità.